Bassotto

Bassotto

bassotto

Origini:
Meraviglioso piccolo cane, il Bassotto, si origina in Germania circa nel XVII secolo, anche se resti di cani simili furono trovati addirittura in ritrovamenti egizi. La sua forma da salsicciotto più lunga che alta lo rende estremamente simpatico. All’inizio è stato selezionato per la caccia nelle tane e questa sua forma è stata ritenuta perfetta per entrare dentro la tana e far uscire allo scoperto per esempio la lepre o i tassi. Successivamente venne selezionato per la compagnia e data la sua forma particolare non passò molto tempo prima di assistere ad una sua imponente diffusione.

Aspetto e caratteristiche:
Come dice il suo nome Bassotto, il cane è basso, tanto che la sua altezza non si considera al garrese come per tutti gli altri cani, ma in proporzione alla sua cassa toracica, che nello standard non deve superare i 35 cm e i 30 per quello nano. Ne esistono tre varietà; Bassotto a pelo corto in cui il colore deve essere nero focato, fulvo, o arlecchino; Bassotto a pelo duro, dove il pelo è leggermente più lungo con dei caratteristici baffi che può essere cinghiale, biondo, cioccolato e nero focato (le ultime due poco diffuse); Bassotto a pelo lungo, che ha pelo lungo ma molto morbido e setoso. In questo caso le colorazioni possono essere: nero focato, mogano e arlecchino.

Attitudini:
In primo piano sicuramente la sua attitudine sia da cacciatore nelle tane che come pista di sangue, in secondo la sua atttudine come compagnia. È un cane dall’eccellente carattere, sa essere attivo e dinamico quanto coccolone al momento giusto. Sa conquistare tutti solo con il suo aspetto, ma il suo carattere è forte e determinato, quindi va gestito ed educato anche alla socializzazione. Con i bambini sa essere meraviglioso, purchè i piccoli umani sappiano rispettare i suoi spazi, altrimenti diciamo che sa difendersi. Il Bassotto sa  essere un buon guardiano ed allarmare la presenza di estranei.

Salute:
Data la sua conformazione, il Bassotto, non deve assolutamente ingrassare perché potrebbe risentirne la colonna vertebrale con conseguenze sugli arti. Per la sua salute mentale e fisica necessita di gioco e movimento.

Lascia un commento