Bouledogue Francese

Bouledogue Francese

bouledogue francese
Origini:
Senza farsi ingannare dal nome, Bouledogue Francese, le origini di questo cane sono inglesi. Nacque dall’incrocio del Bulldog inglese nano con il Carlino e il Terrier, i cani che ne uscirono vennero impiegati come cani da compagnia delle lavoratrici del pizzo che quando emigrarono in Francia li portarono con sé attribuendogli anche la cittadinanza. In Italia la sua diffusione fu piuttosto lenta.

Aspetto e caratteristiche:
Deve piacere il muso che ricorda il Bulldog ma più esile. Il Bouledogue Francese è a tutti gli effetti un molossoide con le orecchie da pipistrello che lo contraddistinguono. Ha una struttura molto forte compatta e robusta, arriva anche a 18 kg, quindi non è un cagnolino piccolo e gracile.  Ha una notevole forza fisica, naso schiacciato e occhi grandi tondi e leggermente sporgenti.
I colori ammessi sono:fulvo sia uniforme che striato, con tutte le sfumature, bianco con pezzature sia nere che fulve.

Attitudini:
Ottimo carattere, il Bouledogue Francese ha tutte le carte in regola per conquistare affetto da parte di tutta la famiglia. Forte, instancabile allegro docile compagno per i bambini, darà grandissime soddisfazioni. Se stimolato al gioco sarà subito reattivo, ma non disdegnerà nemmeno una bella dormita possibilmente sul divano.
Si adatta bene anche alla vita d’appartamento.

Salute:
Come tutti i cani con questa tipologia di muso il Bouledogue Francese potrebbe avere problemi respiratori, diventare obeso se non alimentato correttamente e mantenuto con attività fisica quotidiana, inoltre il suo pelo sottile e corto non lo protegge quindi potrebbe avere problemi sia col freddo ma anche con un’esposizione al sole prolungata.

Lascia un commento