Mastino Tibetano

Mastino Tibetano

Mastino Tibetano

Origini:
Il Mastino Tibetano ha origini molto remote pare sia il discendente diretto dell’antichissimo Molosso del Tibet, questo fu dedotto dal fatto che la sua descrizione fu fornita già da Aristotele e poi da Marco Polo. Al tempo era un cane dal carattere selvaggio, forte e pericoloso. Ad oggi invece il Mastino Tibetano ha mantenuto la maestosità dell’aspetto e la potenza, ma notevolmente più tranquillo ed equilibrato nel carattere. I primi a portarlo in Europa furono gli Inglesi, ma all’inizio fu ritenuto un animale pericoloso tanto da essere rinchiuso in gabbie all’interno di zoo. In seguito fu proprio in Inghilterra che ci furono i migliori allevamenti.

Aspetto e caratteristiche:
Il Mastino Tibetano è un cane dalle dimensioni possenti, arriva a pesare anche 70 kg di media per una altezza di oltre 60 cm al garrese. Ha un aspetto da leone dovuto alla criniera che gli contorna la testa, che gli conferisce un aspetto molto possente e forte. Il pelo è folto e semilungo, ha molto sottopelo quindi è protetto benissimo dalle intemperie.
I colori ammessi sono: nero-focato o dorato, nero, grigio di varie tonalità.

Attitudini:
Il Mastino Tibetano è un cane da guardia e compagnia. Ottimo compagno, va educato fin da cucciolo, ben socializzato, coi bambini va tenuto sotto stretto controllo data la mole imponente, molto equilibrato deve però capire chi è il capo famiglia fin da subito. Vive meglio in un giardino perché la sua imponenza non lo rende particolarmente adatta alla vita in appartamento.

Salute:
Robusto e più longevo di altri molossi, il Mastino Tibetano deve arrivare da allevamenti seri e professionali che lo selezionino oltre che per la morfologia anche per il carattere equilibrato. Non fidatevi di chiunque venda questa razza, deve essere selezionato correttamente, allora sarà un compagno di vita meraviglioso.

Lascia un commento