Scelta dell’allevamento

Scelta dell’allevamento

Scelta dell'allevamento

La Scelta dell’allevamento  fidato e che possa accontentare tutte le nostre esigenze, non è cosa facile.

Dopo aver scelto fra tante la razza che più si avvicina alle nostre aspettative (ricordando che non esiste il cane robot in quanto ogni essere vivente ha le proprie esigenze), è necessario cercare fra tantissimi allevatori sparsi nel Paese.

Come distinguere il cosiddetto cagnaro da un allevatore vero e proprio? Ovvero fare una scelta dell’allevemento consapevole?
Ci sono alcune caratteristiche che fanno dell’allevatore un vero allevatore, persone che non solo ci permettono di acquistare un cucciolo, ma che saranno coinvolte nella sua vita.
Prima di tutto è necessario verificare la tipologia di razze allevate: commercianti spietati in genere allevano tantissime razze, addirittura qualunque cucciolo si cerchi, loro lo hanno sempre disponibile. Niente di più rischioso, infatti molte volte si tratta di cucciolate che arrivano da altri Paesi e vengono importate su richiesta; conseguenza cuccioli maltrattati e sofferenti.
Un allevatore che ama i cani e si appassiona a loro, non può allevare contemporaneamente molteplici razze, ma avrà la sua razza eletta alla quale dedica la vita.
Importantissimo non può avere cuccioli disponibili sempre in ogni momento perché lo sfruttamento delle fattrici non è assolutamente contemplato nel decalogo del buon allevatore.
Secondo punto: colui che vende i cuccioli senza pietà ma col solo scopo di guadagno vende a chiunque e ovunque senza preoccuparsi, ne che la persona sia il padrone più idoneo, ne che i cuccioli possano patire in lunghi spostamenti.
L’allevatore serio sa anche dire di no a persone che non ritiene idonee alla crescita dei propri cuccioli e di solito vuole contatti prima di effettuare la vendita, la maggior parte degli allevatori inoltre non spedisce i cuccioli ma aspetta che sia la nuova famiglia a venire per portare a casa il nuovo arrivato.
Terzo punto: il prezzo. L’allevatore vende ad un prezzo correlato all’impegno del suo lavoro, cuccioli con colori particolari ad esempio nascono da incroci precisi con riproduttori selezionati e questo comporta notevole impegno allevatoriale.
La selezione fatta in modo corretto permette di avere cuccioli sani e questo diminuisce la probabilità di trasmettere malattie genetiche. Commercianti che vendono cuccioli a prezzi bassi senza pedigree e certificati sanitari non sono assolutamente affidabili e soprattutto rovinano la selezione genetica a discapito degli stessi animali.

L’identikit dell’allevatore
La scelta dell’allevamento deve valutare anche i requisiti del buon allevatore.
Serietà, amore per i propri cani (anche in forma di pulizia delle strutture in cui sono tenuti), volontà di avere rapporti con il cliente dopo l’acquisto del cucciolo per consigli e qualunque dubbio, interesse alla conoscenza del cliente di persona e voglia di mostrare i propri animali e il proprio allevamento. Sono questi i minimi requisiti per identificare a priori un buon allevatore. Visionare gli allevamenti e conoscere gli allevatori è lo strumento migliore per capire quanto sia grande questo lavoro e quanto sia importante la selezione che operano sui propri animali.